Skip to main content
eScholarship
Open Access Publications from the University of California

Concept City: Roma ri-vista e vissuta ne La dolce vita e La grande bellezza

  • Author(s): Martini, Alessia
  • et al.
Abstract

A partire dagli anni del neorealismo, Roma è stata una location particolarmente amata dai registi italiani che hanno utilizzato con finalità simboliche diversi luoghi della città—dalle borgate ai monumenti del centro—al fine di raccontare un preciso momento storico e una precisa situazione sociale. In questo articolo prenderò in considerazione due film ambientati a Roma, La dolce vita di Federico Fellini (1960) e La grande bellezza di Paolo Sorrentino (2013), per analizzare le valenze che la città assume attraverso la lente interpretativa fornita da Michel De Certeau. Studiando il movimento dei personaggi si può notare che nelle loro camminate fanno scomparire alcuni luoghi e ne amplificano altri, distorcendo e frammentando la mappa urbana della città eterna. Ne emerge dunque che nei due film in analisi Roma mostra le caratteristiche della concept-city come definita da De Certeau. Roma infatti possiede tutte le potenzialità di una concept-city grazie alla sua complessità sociale e materiale dovuta all’accumulazione delle tracce di più di duemila anni di storia.

 

Main Content
Current View