Skip to main content
eScholarship
Open Access Publications from the University of California

“Figlio d’un cane!” La figura di Attila nel folklore medievale tra tradizione epico-cavalleresca e zooerastia

  • Author(s): Pesce, Roberto
  • et al.
Creative Commons 'BY-NC' version 4.0 license
Abstract

Nel presente articolo si analizza la leggenda di Attila nel Medioevo narrata nell’Estoire d’Atile en prose, un testo duecentesco in franco-veneto, dando particolare rilievo alle sue origini zooerastiche e alle conseguenze della sua duplice natura, e proponendo possibili soluzioni alla nascita di un racconto diffuso in tutta la penisola italiana tra il XIII e il XVI secolo. Il rapporto tra uomo e animale, qui usato per denigrare e de-umanizzare il nemico, acquista un significato spregiativo per cui un atto bestiale produce un essere bestiale dominato da violenza e rabbia, un ibrido che non segue gli impulsi e le inclinazioni proprie dell’umanità.

Main Content
Current View